SOSTA IN MAREMMA: TENUTA AMMIRAGLIA FRESCOBALDI

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi è una delle 7 cantine di una stirpe la cui identità affonda le radici in ambiti e periodi storici che allungano il passo verso il passato, ma con particolare riguardo al futuro. Appena entrati nell’area accoglienza l’occhio cade su una foto di famiglia che sembra sorridere dando il benvenuto. Tre generazioni sollevano i calici all’obiettivo lanciando un chiaro messaggio in cui le distanze si accorciano, le porte si aprono e lo sguardo può andare oltre, libero di scoprire e di conoscere: è la firma del presidente, il marchese Lamberto.

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi

TENUTA AMMIRAGLIA FRESCOBALDI: IL PROGETTO

L’idea sembrava quella di azzardare una scommessa, con la sicura intenzione di voler recuperare un’area che, grazie alla posizione di privilegiata vicinanza alla costa, aveva il potenziale ansioso di farsi scoprire e lasciarsi apprezzare. Se il Bello richiama armonia, pienezza, anche quando affidato a linee essenziali, e personalità, allora è sicuramente passato da qui e ha scritto il suo nome su ogni dettaglio del progetto curato dall’architetto Sartogo. Ispirata nella forma e nelle dimensioni alla nave Amerigo Vespucci, veleggia verso il mare dell’Argentario spaccando simbolicamente le colline e portando con sé il gusto pieno delle vigne verso il domani. Gli spazi aprono la vista sul paesaggio pettinato in lunghi filari: le vetrate si ampliano, i muri scompaiono e il tetto preferisce nascondersi sotto un giardino che profuma di erbe mediterranee. Poche barriere, molte trasparenze.

L’idea sembrava quella di azzardare una scommessa, dove il caso ha diritto di arrogarsi meriti, invece Tenuta Ammiraglia è un incontro di collaborazioni, esperienza, gusto, entusiasmo e orgoglio; è la capacità squisitamente italiana si saper stupire con classe.

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi - Area di vinificazione
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi – Area di vinificazione
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi - Area di vinificazione
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi – Area di vinificazione
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi - Appartamenti e giardino sul tetto
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi – Appartamenti e giardino sul tetto
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi

BARRICCAIA: VINI E VITIGNI

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi

Magliano, Toscana, Docg di Scansano. Questo territorio, un tempo zona di transumanza dal mare alle montagne, parte selvaggia della Maremma con terreni sassosi e poveri, dal 2001, anno in cui sono stati impiantati i primi vigneti, è stato trasformato in 150 ettari per la produzione di vini di qualità dalle tipicità territoriali evidenti. Ricchi terreni di galestro dedicati al vitigno sangiovese regalano lo strutturato e avvolgente Morellino di Scansano Docg Pietraregia nella versione Riserva.

Colline soleggiate, estati calde mitigate dalle brezze marine della vicina costa donoratica, conferiscono freschezza, sapidità e mineralità. I vitigni internazionali, che in Maremma possono quasi considerarsi autoctoni(cabernet sauvignon, cabernet franc, merlot e syrah) ben si adattano a queste condizioni pedoclimatiche e si incontrano nel blend Terre More Maremma Toscana Doc.

Syrah in purezza per il top di gamma che prende il nome dalla tenuta stessa: L’Ammiraglia Maremma Toscana Igt.

Vermentino Massovivo Toscana Igt: unico vino bianco dell’azienda.

Alìe, il rosé, prende vita da una pressatura diretta senza alcuna macerazione del syrah, con un tocco di vermentino.

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi

Già dal primo impatto visivo, dal bicchiere appositamente decorato fino alla forma della bottiglia studiata ad hoc, si capisce che questo vino è protagonista. I rosati, da sempre sottostimati da venditori e consumatori, considerati meno nobili di bianchi e rossi, sono stati riscoperti oltre le zone tradizionalmente vocate, ovvero Puglia, Abruzzo e, in Francia, Provenza. Un successo tanto inatteso quanto eclatante per Alìe, passato da una produzione di 20.000 bottiglie nel 2015 alle 250.000 in previsione per il 2018: Tenuta Ammiraglia diventerà il punto di riferimento per i vini rosati fra le proprietà che la famiglia Frescobaldi possiede in Toscana e, probabilmente, una versione più strutturata sarà la necessaria ed inevitabile risposta ai riconoscimenti di Alìe.

Il consiglio che ci sentiamo di dare a tutti i winelovers? Rivalutare i vini rosati: corposi per l’inverno o a temperatura ridotta durante l’estate in abbinamento a pesce, carni bianche e piatti speziati.

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi - Alìe
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi – Alìe

Il richiamo al mare è evidente. Sopra le nostre teste un’onda rossa accompagna il susseguirsi delle 500 barrique , rovere francese a tostatura media per far sì che l’affinamento in legno non incida eccessivamente sui profumi del vino. Il tipico odore vinoso della cantina fa da sottofondo alle nostre chiacchiere e scopriamo che le donne, la forza lavoro più consistente dagli uffici dell’amministrazione alle vigne, sono la conferma che la voglia di apertura trapassa barriere di abitudini e pregiudizi navigando verso il futuro, incognita nebulosa ed entusiasmante.

Tenuta Ammiraglia Frescobaldi - La barriccaia
Tenuta Ammiraglia Frescobaldi – La barriccaia

Nel presente che viviamo sovraccarichi di contraddizioni, in cui si fatica a tenere il passo con l’innovazione e ci spaventano inquietanti echi del passato più buio, scoprire un’azienda che respira così intensamente il territorio spalanca un sorriso di soddisfazione. Dai dipendenti selezionati nel comune di Magliano al progetto rispettoso del paesaggio, dall’originalità degli spazi aperti al marchio amato nel mondo, Tenuta Ammiraglia Frescobaldi è un monito all’ambizione di osare con intelligenza.

SAPEVI CHE…?

§ 135 ettari sono muniti di impianto d’irrigazione ed è stato creato un bacino idrico artificiale al quale attingere in caso di calamità naturali.

§ L’area di vinificazione con le cisterne in acciaio inox all’aperto abbatte il confine tra lavoratore e visitatore.

§ I pannelli fotovoltaici coprono fino al 60% del fabbisogno dell’azienda.

§ Solo lo 0.8% del materiale di scavo per la costruzione della struttura è stato scartato.

§ Direttore ed enologo, ed eventuali famiglie, devono vivere nella tenuta, come da politica aziendale.

§ Conduzione filobiologica dal 2013, pur non essendo un’azienda certificata biologica. Negli appezzamenti coltivati a sangiovese poche settimane fa sono stati lanciati insetti antagonisti che predano quelli dannosi. Dopo la muffa…l’insetto nobile!

§ E’ possibile prenotare una degustazione fino ad un minimo di due persone per vivere in un’atmosfera intima un contesto di rara bellezza.

Cultivating Toscana diversity, alla salute!