DIARIO DI VIAGGIO – ALLA SCOPERTA DELLA SARDEGNA OCCIDENTALE IN VAN TAPPE E AREE SOSTA

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree sosta. Le mie origini sono sarde, chi ci segue ed ha imparato a conoscerci ha sicuramente percepito che il mio cuore batte a cavallo tra due delle regioni più belle d’Italia: Sardegna e Toscana. Il battesimo di Gaspard 81, il nostro Volkswagen T3 Westfalia del 1981, non poteva che essere al cospetto della natura di questa isola ventosa, dove i colori si accendono d’intensità e la strada guida verso mete che sanno sorprendere. Sarebbe un peccato circoscrivere la bellezza di questa terra millenaria al mare e alle spiagge, anche se ti trovi lungo la costa. Sii curioso e scoprirai che la storia sa farsi ascoltare, l’entroterra ti osserva discreto, la tradizione culinaria ti conquisterà con naturalezza e farai incontri con le persone del posto oppure con altri viaggiatori, che scelgono quest’isola nel mese di Settembre, lontani dal clamore dei mesi estivi e felici di vivere spazi di silenzio, di tranquillità e bellezza.

Abbiamo privilegiato la costa occidentale, compresa la curva meridionale, e l’abbiamo percorsa in modo un po’ anarchico per due settimane nella prima metà del mese, seguendo le previsioni dei venti e decidendo giorno per giorno cosa ci sarebbe piaciuto.

Cliccando sui link puoi approfondire le tappe più significative, segnarti coordinate e indirizzi ma anche farti un’idea precisa attraverso i numerosi scatti che accompagnano le parole.

Ti auguro buon viaggio!

SARDEGNA OCCIDENTALE IN VAN TAPPE E AREE SOSTA: 16 giorni

GIORNO 1-2-3 PENISOLA DEL SINIS

Potrà sembrarti una decisione poco sensata ma, in realtà, partire dalla penisola del Sinis, quindi dall’area centrale della costa, ha avuto lo scopo di prendere tempo e lasciare la zona nord, notoriamente più battuta, a giorni meno affollati. In più, per quanto mi riguarda, è lo spazio del viaggio in cui mi dedico all’affetto e alle coccole della famiglia. Quando il viaggio concede nuove conoscenze o permette d’incontrare persone care altrimenti lontane è puro entusiasmo! E, a questo proposito, Cristiano Murgia, chef e proprietario del ristorante Le dune a Cabras, ci ha conquistato con una cena di pesce freschissimo e un dopo cena di interessanti assaggi (soprattutto per #TheWineTeller!): cannonau vinificato in bianco, una novità.

Ho raccontato generosamente queste zone, dal fascino dei murales di orgosolo alle sfumature di azzurro, blu e verde del mare, dal gusto inconfondibile della bottarga alle curiosità che puoi imparare a conoscere nella provincia di Oristano. Ti sorprenderà la varietà d’interessi che qui puoi soddisfare.

>>> B&B LOSA ABBASANTA

>>> ORGOSOLO E I SUOI MURALES

>>> MERAVIGLIE DEL SINIS

>>> COSTA ORISTANESE

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Sinis, Abbasanta
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Sinis, Abbasanta
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Sinis, Le Dune
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Sinis, Le Dune
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Sinis
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Sinis
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Sinis, Mari Ermi
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Sinis, Mari Ermi

GIORNO 4-5 CALA DOMESTICA E BUGGERRU

Salutate le spiagge in cui giocavo da bambina, Sa Mesa Longa, Su Pallosu e Mari Ermi (qui c’è una favolosa area sosta camper attrezzata, vedi la guida alla fine del POST), raggiungiamo la Cantina Lilliu per una degustazione su indicazione di Cristiano. Nel Pomeriggio, dopo aver sbagliato strada, arriviamo a Cala Domestica, nel Sulcis, un piccolo paradiso di pace immerso nella natura dove nemmeno i cellulari prendono. Area sosta, un bagno al tramonto e totale relax.

L’indomani, nel pomeriggio, appagati dalla giornata di sole tra la spiaggia e gli scogli, tra il promontorio, da cui si gode di una vista privilegiata, e l’aria frizzantina sospesa nel tempo, ci spostiamo di pochi chilometri attirati da Buggerru e dalla sua area sosta sulla spiaggia. Questa è una località particolarmente suggestiva, cuore dell’attività mineraria che un tempo sembrava promettere un florido futuro all’industria estrattiva della regione. Puoi visitare le rovine architettoniche delle miniere, scoprire con emozione le statue scolpite da Pinuccio Sciola nel giardino dedicato alle vittime della prima rivolta sindacale nel 1904 e sorridere all’ospitalità locale.

>>> ARCHEOLOGIA MINERARIA NEL SULCIS E CALA DOMESTICA

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Cala Domestica
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Cala Domestica
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Cala Domestica
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Cala Domestica
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Sulcis, Porto Flavia
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Sulcis, Porto Flavia
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Buggerru
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Buggerru

GIORNO 6 SANT’ANTIOCO

Percorrendo la strada verso sud raggiungiamo l’isola di Sant’Antioco nel tardo pomeriggio, sotto una pioggerella poco convinta. Decidiamo di fare tappa a Calasetta in un’area sosta davvero sui generis, con doccia all’aperto tra i cespugli di mirto e lentischio e molto comoda per essere in pochi minuti al traghetto diretto a Carloforte.

Abbandoniamo il navigatore con la voglia di scoprire gli scorci che l’isola ci offre e ci fermiamo alla spiaggia Cala Lunga,  decisamente particolare, per una pausa di qualche ora e un bagno. Acqua caldissima!

GIORNO 7 CARLOFORTE

Lasciato Gaspard 81 al parcheggio del piccolo porto, in meno di mezz’ora arriviamo a Carloforte. Il sole splende ed esalta gli storici carruggi inondati di colore e profumi. Qui si incontrano e si fondono in una combinazione originale  la tradizione ligure con quella sarda in un’impennata di orgoglio per essere l’isola di un’isola. Non si può salutare Carloforte senza aver reso il giusto onore al tonno, protagonista indiscusso della cucina locale.

In serata riprendiamo la strada e, in tutta tranquillità, arriviamo a Baia Chia ammirando un incantevole paesaggio costiero.

>>> DA SANT’ANTIOCO A CARLOFORTE

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Sant'Antioco
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Sant’Antioco
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Carloforte
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Carloforte

GIORNO 8 BAIA CHIA

Finalmente l’incontro atteso con i fenicotteri, anche quelli rosa, placidi e numerosi si lasciano avvicinare con discrezione e fotografare. La giornata è ventosa, per fortuna che Gaspard 81 è parcheggiato in un punto riparato, tra gli alberi. Finché il sole scalda l’aria di settembre si riesce a godere dei colori del mare ma nell’ora del tramonto, ingrigito dalle nuvole, la spiaggia cambia, si trasforma. Solo pochi animi romantici e un gruppo di kite surfers tedeschi che volano sulle onde con le loro tavole, facendo sembrare semplici e leggeri movimenti che richiedono tecnica e molto allenamento. Malgrado i granelli di sabbia punzecchino il viso, l’atmosfera che si respira si lascia toccare tanto è densa.

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta

GIORNO 9-10 -11 BOSA

Lasciamo Chia per risalire verso nord, la nostra destinazione è Bosa. Tre notti in un’area sosta attrezzatissima sul mare, immersa nella natura, per dedicarci a noi, alla vita nel nostro mezzo che, già da solo, è una vacanza. Un po’ di sana vanlife, passeggiate, una birra in riva al mare al tramonto, qualche grigliata, pulizie, libri, sveglie all’alba per respirare l’aria profumata del mattino. E la stessa domanda che ricorre “Come facciamo a tornare nel caos della città?”.

La cittadina di Bosa è una tappa che non puoi perdere. Dopo aver passeggiato per i suoi vicoli ti verrà voglia di comprare casa 😉

>>> BOSA, VIAGGIATORI E SPIRITI ROMANTICI

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Bosa
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Bosa
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Bosa
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Bosa
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Bosa
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Bosa

GIORNO 12 ALGHERO – GROTTE DI NETTUNO – BADESI

Una giornata on the road, lunga e ricca, iniziata all’alba con l’ultima colazione davanti al mare di Bosa. Alghero è la prima tappa. Le abbiamo dedicato l’intera mattina percorrendo le vie del centro alla ricerca delle gigantografie esposte sui muri di case e palazzi: è la mostra Quanta strada nei miei sandali dedicata ai centenari dell’isola.

Pranzetto veloce sui bastioni, un calice di vermentino e via, verso le Grotte di Nettuno. La visita ti ammalierà e, se deciderai di raggiungere l’ingresso della grotta a piedi, anziché in traghetto, il percorso di gradini lungo la parete rocciosa a picco sul mare è spettacolare.

Arriviamo a Badesi per la degustazione dei vini della cantina Li Duni, tra vermentino e cannonau le cui radici affondano nella sabbia.

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Alghero
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Alghero
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Alghero
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Alghero
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Grotte di Nettuno
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Grotte di Nettuno
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Badesi
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Badesi

GIORNO 13 ISOLA ROSSA E VALLE DELLA LUNA

Isola Rossa. Ci fermiamo in un alimentari del posto per comprare prodotti tipici e godere di una sosta pranzo con panorama privilegiato lungo la strada per Santa Teresa di Gallura, Capo Caccia e la Valle della Luna. Proprio lei, quella di cui si legge tanto e che il visitatore è curioso di raggiungere, che le guide descrivono come popolata da una comunità hippie creando un’aspettativa di contrasti ‘Instagram style’ drasticamente ridimensionati dalla realtà!

La Valle della Luna è un luogo dove la storia di Madre Terra parla una lingua universale a chiunque voglia ascoltarla…hippie e non

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - Valle della Luna
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – Valle della Luna

GIORNO 14 – 15- 16 ISOLA DEI GABBIANI

Parte del comune di Palau, L’Isuledda, o Isola dei Gabbiani, si affaccia sull’arcipelago della Maddalena ma l’atmosfera di questo piccolo lembo di terra rocciosa, legata alla costa da una lingua di sabbia percorribile in auto, è un mondo a sé.

Kite surf e windsurf sono le ragioni per cui molti esperti in queste discipline o aspiranti tali vengono a godere dei venti favorevoli, di un mare turchese in un ambiente insieme organizzato e selvaggio, popolato da furgoni, tavole, tende e chioschi.
Capelli spettinati, sarebbe impossibile altrimenti, scalzi, lungo la strada di sabbia. Appagati dai colori, dai profumi dei cespugli di mirto e lentischio, ipnotizzati da un’acqua che, come mi diceva mia mamma da bambina “è così bella che viene voglia di berla!”.

>>> GUIDA ALLE AREE SOSTA/CAMPING 

Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta - l'Isuledda
Sardegna Occidentale in Van Tappe e Aree Sosta – l’Isuledda