GIORNO 3 – TOUR DI 5 GIORNI A NEW YORK CITY

Come in molte grandi città, a New York City la scelta di acquistare un tour può essere un’esperienza prettamente turistico/commerciale ma valida, per più motivi. Attenzione a chi vi affidate!

  • In poche ore è possibile avere il colpo d’occhio di un’area altrimenti estesa e meno agevole da visitare se non con qualcuno del posto.
  • Le guide sono genuinamente multilingua, il mio orecchio esigente è stato piacevolmente sorpreso sia dal francese che dall’italiano!
  • I mezzi di trasporto utilizzati sono nuovi e dotati di ogni comfort.

Il mio preferito è stato l’HARLEM GOSPEL TOUR, l’esperienza della messa gospel è stata sinceramente emozionante. La musica, le voci, i corpi disinvolti che si muovevano su preghiere ritmate da devozione e trasporto, lo stesso che con più pudore mi sentivo crescere dentro.

New York City: Harlem
New York City: Harlem
New York City : Harlem Gospel

BRUNCH

Al ritorno, in tarda mattinata, ti consiglio di farti lasciare nell’Upper West Side, il quartiere residenziale ad ovest di Central Park.
Data l’ora, soprattutto se avrai scelto il tour della domenica, approfittane per vivere l’esperienza tipica del brunch.

New York City: Brunch - UWS
New York City: Brunch – UWS

CHELSEA – MEATPACKING DISTRICT – GREENWICH E WEST VILLAGE

Mantenendoti sul lato Ovest di Manhattan, scendi in direzione sud.

  • Raggiungi, magari in taxi, uno dei punti da cui poter salire sulla High Line, il parco sopraelevato della città ricavato dal recupero della vecchia linea ferroviaria. E’ splendido e particolarissimo. Termina all’altezza del Chelsea Market, altro eccellente recupero in stile industriale, da non perdere!!!
  • Inoltrati ancora più a sud nel Meatpacking District, già dal nome è facile intuire che era il quartiere dei mattatoi, oggi tra i più brillanti e frequentati per la vita notturna insieme al confinante Village.
  • Le vecchie strutture in mattoncini, anche volutamente fatiscenti all’esterno, nascondono spesso ambienti spettacolari, sono molti i vip che l’hanno scelto per viverci.
New York City: Chelsea Market

CENA

Per concludere la serata puoi optare per un locale della zona, oppure tornare a Midtown per gustare una cena tipica in un pub irlandese….all’americana (le torte sono spettacolari!) o spingerti fino a Dumbo.
Per gli amanti del genere e per i curiosi di nuove atmosfere un concerto al Barge Music con vista su Manhattan.

New York City: Midtown Manhattan
New York City: Dumbo...sotto il Ponte di Brooklyn
New York City: Dumbo…sotto il Ponte di Brooklyn

La fermata più collegata per spostarti dal Village è “Christopher Street”, la strada omonima, parte della comunità gay di New York City, è ricca di negozi di ogni genere, librerie e bar.

New York City: Manhattan Underground
New York City: Manhattan Underground

New York City: Oggi si cammina un bel po’ 😉

GIORNO 4

Raggiungi in metropolitana Williamsburg, a Brooklyn, e da qui parti per un viaggio nel viaggio attraverso i quartieri che raccontano la storia di chi ha vissuto questa città ispirando produzioni artistiche di qualunque natura, dal passato degli immigrati, al rock e la beat generation, fino alle serie tv cult, la moda e le tendenze più attuali.

New York City: Williamsburg
New York City: Williamsburg

WILLIAMSBURG

  • Capitale di provenienza del popolo Hipster.
  • Quartiere fucina di idee, prevalentemente studentesco.
  • Ospita una delle comunità di ebrei-ortodossi hassidici più grandi al mondo.

WILLIAMSBURG BRIDGE

New York City: Matrimonio a Dumbo
New York City: Matrimonio a Dumbo

Attraversalo a piedi, è più “rude” del più famoso vicino ma non teme rivali, bellissimi i graffiti!
Nella foto, matrimonio a Dumbo fra i due ponti!

EAST VILLAGE

Con l’aiuto di una guida gira tra le strade scassate del quartiere dove la filosofia del cambiamento e della sperimentazione ha ospitato menti brillanti e prodotto veri miti, alcuni nomi: Jim Morrison, Andy Warhol, Led Zeppelin, Patty Smith, Lou Reed, Jack Kerouac, Ramones.

New York City: East village

LES (Lower East Side)

Un tempo quartiere di immigrati, oggi zona trendy.
Visita al Tenement Museum per un’esperienza che ti travolgerà facendoti saltare indietro nel tempo di quasi un secolo!

TriBeCa
(Triangle Below Canal-Street)

New York City: TriBeCa

Negozio di abbigliamento in una vecchia rivendita di alcolici

  • Gallerie
  • Ristorazione
  • TriBeCa Film Festval in estate.

NOLITA

“Decisamente trendy, difficile trovare qualcuno a cui non piaccia. I migliori designers aprono qui i loro negozi, i bar chic abbondano, le sue stradine strette e acciottolate sono deliziose. Eppure la gente che ci vive e la frequenta non è altezzosa e sofisticata come si può immaginare: per capirlo basta fare un giro per i suoi tanti café, dove oltre a un dignitoso espresso, troverete facilmente anche qualcuno con cui scambiare due parole” (cit. Airbnb).

SOHO

Da girare in lungo e in largo!
E’ bello, elegante, architettonicamente tra i più interessanti.

New York City: Soho
  • La sua Green Street è il cuore del CAST IRON DISTRICT, dove si trovano 50 edifici costruiti nella seconda metà del 1800 con la facciata in ghisa. Oggi arte industriale, queste facciate venivano prodotte in serie in fonderia.
  • Gallerie, moda, ristoranti che, come a TriBeCa, sono tra i più ricercati nello stile e nella cucina proposta. I top in questo settore non mancano, magari in locali che visti dalla strada sembrano vecchi magazzini fatiscenti. Sì, perché la filosofia di recupero newyorkese in generale, ma in questa zona in particolare, è di mantenere l’identità originaria dell’area, conservando e reinventando…destinando un vecchio Barber Shop, con tanto d’insegna, alla vendita di vini, perché no?
  • Una puntatina allo storico Fanelli’s Cafe per una birra prima di scegliere quale esperienza culinaria vivere.
New York City: Soho
New York City: Soho

N.B. Esiste una tale varietà di proposte, per tutti i budget, che optare per le grandi catene di fast food o pizze chimiche sarebbe davvero un peccato. Lanciati!

GIORNO 5

BROOKLYN e i suoi quartieri

E’ il più popolato dei 5 borough di New York City, gli altri sono Bronx, Queens, Manhattan e Staten Island. Annessa a New York nel 1898 continua a mantenere una propria particolare identità.
Sono molti i giovani, soprattutto tra i 30 e i 40 anni, spesso con un buon lavoro e famiglia, che la preferiscono a Manhattan: meno cara, meno caotica, vanta alcuni tra i quartieri più cool e in grande fermento.

New York City: Brooklyn
New York City: Brooklyn

CONEY ISLAND in una magnifica mattina d’Ottobre: Brooklyn…Coney Island

New York City: Coney Island
New York City: Coney Island

PROSPECT PARK
Bellissimo parco poco turistico (www.prospectpark.org).

PARK SLOPE
Le abitazioni in mattoncini rossi sono perfettamente conservate e chi la popola è “eco-friendly big-city dweller” (cit.).

  • Ristoranti
  • Vita notturna
  • Amato dai newyorkesi
  • Shopping
  • Relax
  • Ben collegato

BROOKLYN HEIGHTS

  • Quartiere residenziale benestante, belle case tipiche con le scale che salgono alla porta d’ingresso, quello dove vivevano “I Robinson”…te li ricordi?
  • Stile classico, anche qui i mattoncini la fanno da padrona.
  • Vista strepitosa su Lower Manhattan!

CONTINUA IL TUO TOUR A NEW YORK IN 5 GIORNI!!!

Lower Manhattan da Brooklyn
Lower Manhattan da Brooklyn

WELCOME TO NEW YORK…DOVE LA DIVERSITA’ NON ESISTE!