INCURSIONE GIORNALIERA DI ESTEROFILI IN VENETO PER CITTADELLA ARTE VINO

Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino a Cittadella, appunto, una bellissima cittadina di origine medievale circondata da mura tra Padova, Vicenza e Treviso. La fondazione della città risale al 1220, quando il comune di Padova decide di creare ex novo nel settore centrale della pianura veneta un luogo fortificato per tutelare le zone di confine del suo contado contro le città di Treviso e Vicenza. Oggi conta più di 20.000 abitanti e si estende per 36 chilometri quadrati.

La cinta muraria è uno dei pochi esempi di sistema difensivo con Camminamento di Ronda, che serviva per difendere la città in caso di attacchi nemici, ancora percorribile, perfettamente conservata nel tempo e giunta ai nostri giorni ancora integra. Uno dei sistemi difensivi più belli d’Europa. Dal giugno 2013 è interamente restaurato e messo in sicurezza e regala una bellissima vista panoramica.

Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – La Mura
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino

ESTEROFILI IN VENETO PER CITTADELLA ARTE VINO: DEGUSTAZIONE

#CittadellaArteVino, alla sua prima edizione, nasce dalla volontà di alcuni amici con la passione comune del buon vino e del cibo di qualità di creare una manifestazione a tema nella loro bella città d’arte.
Le sale di Palazzo Pretorio hanno accolto la prima realizzazione di questa idea che ci ha offerto l’occasione di ritrovare aziende e collaboratori già protagonisti dei racconti di #TheWineTeller di ESTERofili: Ristoranti che Passione, Cantina Io Mazzucato e Tenuta Grandi Natalina.

Il nostro personale percorso di degustazione si articola tra i piani di questo splendido palazzo nella moltitudine di stanze dove banchi di assaggio, bottiglie e arte ben si armonizzano tra loro. Tre sono i nomi che abbiamo scelto di evidenziare.

1. SOLO UVA
L’azienda franciacortina ci attrae già dal nome in etichetta. Questo spiega la filosofia della giovane azienda situata nei pressi nel Lago d’Iseo. Un ettaro e mezzo di proprietà piantato esclusivamente a Chardonnay, senza ricorrere a zuccheri aggiunti, solo a quelli dell’uva, durante l’intero processo della lavorazione. L’uva viene raccolta a piena maturazione e sono sfruttati gli zuccheri sia in prima fermentazione che per la presa di spuma . Il dosaggio finale, indovina un po’?…si rabbocca utilizzando solo il mosto. Da qui: SOLO UVA.

Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - Franciacorta Docg "SoloUva" - Azienda agricola Solouva
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – Franciacorta Docg “SoloUva” – Azienda agricola Solouva

2. RUGGERI
Tra le molteplici varietà di bollicine ci fermiamo in Valdobbiadene. L’azienda Ruggeri esprime l’alta qualità e l’eleganza di questo territorio. Il Prosecco Superiore Docg Brut “Vecchie Viti” vale l’assaggio per una tipologia di prodotto talvolta bistrattata. Questo vino non è il risultato di un unico vigneto bensì la somma di 2000 singole viti sparse nel territorio, una selezione delle più longeve e belle. Qualità! …ben fatto!

Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - Valdobbiadene Prosecco superiore Docg "Vecchie Viti" - Ruggeri
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – Valdobbiadene Prosecco superiore Docg “Vecchie Viti” – Ruggeri

3. LOREDAN GASPARINI
Il vino Capo di Stato nasce dalle migliori uve dell’azienda e dallo stesso vigneto del 1946 detto “100 piante”. Blend di Cabernet sauvignon, Cabernet Franc, Merlot e Malbec dal profumo e dal colore intensi, dalla bella speziatura, corposo e con tanta struttura, ricorda la nostra Toscana di Bolgheri e dintorni. Apprezziamo.

Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - Colli Trevigiani Igt "Capo di Stato" - Loredan Gasparini
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – Colli Trevigiani Igt “Capo di Stato” – Loredan Gasparini

ESTEROFILI IN VENETO PER CITTADELLA ARTE VINO: CURIOSITA’ D’ATMOSFERA…

“Capo di Stato”, una combinazione originale di parole per battezzare un vino, non è il risultato di un progetto di marketing studiato a tavolino, bensì la sintesi di un caso della vita, di quelli che accadono in maniera del tutto imprevedibile e finiscono per essere tramandati alle generazioni successive.

Nel 1967, in occasione della Biennale di Venezia, il presidente francese De Gaulle si trova in città insieme alla sua signora. Alloggiano all’Hotel Gritti dove assaggia un vino che lo entusiasma a tal punto da elogiarlo pubblicamente e da chiedere informazioni sul produttore di quello straordinario bordeaux. E’ Piero Loredan e il suo vino, ovviamente, non è un bordeaux ma tale è la sua riconoscenza che decide di inviare un regalo speciale alla coppia presidenziale. Incarica Tono Zancanaro, pittore padovano, di realizzare due etichette: la figura di un uomo accompagnata dalle parole “des roses pour Madame” per la signora Yvonne, quella di una donna per il presidente “Et pour Monsieur la Bombe”. Così nasce l’attuale Capo di Stato.

Alla fine degli anni 60, però, la storia di questo vino non si era ancora compiuta, perché pare che gli sia stato concesso il privilegio d’intercettare il destino, stavolta di un’altra coppia che noi abbiamo avuto il piacere di conoscere: Antonio Carpenedo e la sua signora.

Hai mai sentito parlare del formaggio Blu 61? Un prodotto che è pura  poesia, firmato da Antonio e dalla sua Casearia Carpenedo con sede a Treviso, dal 1976 specializzata nell’affinamento dei formaggi. Erborinato di latte vaccino, pastorizzato e stagionato per almeno 2 mesi prima di essere affinato nelle vinacce del Capo di Stato e poi ricoperto di mirtilli: un elegante discendente del formaggio Ubriaco – brevettato, quest’ultimo, per la prima volta proprio dalla Casearia Carpenedo.

Cos’ha di così unico questo formaggio? Per celebrare il 61° anniversario di matrimonio, Antonio ad un prevedibile diamante preferì inventare e dedicare alla moglie un gioiello da gustare per onorare la vita che, insieme, sono riusciti a costruire.

Il formaggio che si innamora e fa innamorare – A. Carpenedo

Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino - Blu 61
Esterofili in Veneto per Cittadella Arte Vino – Blu 61