OPORTO STUPISCE, ANZI SPIAZZA…

Provo a raccontare perché l’atmosfera di Oporto è magica. 

E’ custodia di realtà diversissime, camminano a braccetto, unite dal tempo, passato e futuro.

Oggi il sole splende, si riflette accecante nelle acque del fiume Douro, magnetico protagonista dei ritmi che cadenzano la vita di questa città in salita. Lei, seconda solo alla capitale Lisbona, è in corsa verso una crescita che accentua il divario generazionale tra chi è cresciuto nella dittatura, ritrovandosi libero e smarrito quando ha incontrato la democrazia, dopo il 1974, e chi, per fortuna, ritrova la dittatura solo nei ricordi sbiaditi di bambino o nei racconti di chi l’ha preceduto. E’ il divario tra un mondo tradizionale fatto di caratteri marcati e forte identità e un mondo giovane, libero, veloce, creativo.

Questo aspetto, che ne arricchisce il fascino, sono certa si smorzerà negli anni a venire, quando il vento del cambiamento, che già si respira a pieni polmoni, avrà ridefinito il profilo di Oporto e dei suoi abitanti.

La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - Ponte Dom Luis I
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – Ponte Dom Luis I
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - Ponte Dom Luis I
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla: Ponte Dom Luis I

Cammino entusiasta, fotografando dettagli in un’atmosfera che è un insolito mix compostamente british e affettuosamente mediterraneo, con lo sguardo sempre a valle, verso il fiume e oltre, verso Vila Nova de Gaia e le famose cantine del vino “porto“, protagoniste della Rive Gauche e testimoni del centenario sodalizio anglo-portoghese.

Vila Nova de Gaia
Vila Nova de Gaia

Da una strada all’altra la vista si apre su edifici storici, ricchi ed eleganti con accenni all’architettura fascista e déco, ampi viali, vecchi palazzi affascinanti e magnetici, negozi che mi catapultano in un lampo nelle polaroid dei miei genitori da ragazzi, localini diversissimi tra loro stipati di avventori appagati dal buongusto nel recupero degli ambienti e nell’arredamento sempre originale. Tutto accompagnato dal profumo di sarde grigliate, turisti, tanti, e abitudini di una tenerezza confortante, come il capannello di anziani seduti al tavolino di un bar,aspettando l’ora di pranzo.

E’ il quartiere di Boavista (dove si trova il nostro particolarissimo hotel) che si lascia attraversare tranquillamente a piedi fino a raggiungere l’antico cuore della città: La Ribeira.

La città di Oporto: chi è e dove incontrarla
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – Hotel
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla 
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla 
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla 
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - Livraria Lello e Irmao
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – Livraria Lello e Irmao

La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – La Ribeira

OPORTO: LA RIBEIRA, CUORE DELLA CITTA’ VECCHIA

Svolto in un vicolo stretto, completamente in ombra.

Qualcuno, seduto su uno strapuntino all’angolo della via, dall’aspetto scassato come gli edifici che ci sovrastano, mi segue con lo sguardo, è serio, perso in chissà quali pensieri. Spero di non infastidirlo. Proseguo, quasi in punta di piedi, con discrezione. C’è calma. 

La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – La Ribeira

Oporto è una città, femminile per definizione, eppure…

ha i tratti di un uomo dall’aspetto un po’ ruvido, introverso, malinconico, che fa inspiegabilmente innamorare di sé

I segni dell’età ne testimoniano la maturità senza mutare l’evidente bellezza. La sua storia è nell’intensità dei suoi occhi scuri, magnetici e intensi.

Scatto una foto, poi un’altra e un’altra ancora.

Mi fermo. 

Resto in piedi davanti ad un edificio fatiscente e la mente si perde lontana.

Riesco a sentire l’aria pungente di una mattina grigia di fine ‘800, avverto la tensione palpabile nell’attesa che un carico importante sia affidato all’oceano. Il ponte Luis I (su progetto di Gustav Eiffel) è in costruzione e l’economia fiorente anima la quotidianità di questi scorci. Domestiche con le ceste, bambini, voci che si accavallano, signori eleganti.

Citando un anonimo britannico “Porto has a way of stealing people hearts and rarely give them back…“.

Una giovane donna giapponese, in chimono, passeggiando sfiora sbadatamente il mio braccio. Si scusa. Io, quasi disorientata, in un balzo di circa 150 anni mi ritrovo al sole splendente di un futuro-presente, ad oggi, in cui quello strano connubio di mood britannico ed essenza mediterranea si confondono in un sorriso affascinante che rischia di far avvampare chiunque lo incontri. E’ una città che fatica a presentarsi delicatamente, in alcune zone è bellissima, in altre sembra temporaneamente abbandonata nell’attesa di essere riscoperta, oppure confusa, come alla foce del fiume, dove coesistono spiagge improvvisate e locali meravigliosi (è una di quelle aree della città in grande fermento, molto promettente e, comunque , già godibile). 

La città di Oporto: chi è e dove incontrarla - La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla – La Ribeira
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla
La città di Oporto: chi è e dove incontrarla

L’atmosfera che si percepisce in un luogo racconta con parole silenti il meraviglioso mistero dell’incontro

Il motto di ESTERofiliLe atmosfere, quelle che parlano, è là che voglio andareè la lente attraverso la quale scelgo una nuova meta e pianifico un viaggio. Oporto, in quest’ottica, è superbamente perfetta, una tappa dei 12 giorni trascorsi in Portogallo tra città particolari e natura imponente.

L’affascinante Oporto, la coinvolgente capitale, l’eleganza delle Quintas nella Valle del Douro, l’Algarve che abbraccia l’Oceano Atlantico, da Faro a Sagres, in un mix di paesaggi diversissimi con pennellate di colori brillanti.

Ecco la mappa interattiva! Puoi curiosare da una tappa all’altra con una generosa raccolta di fotografie, una breve descrizione e link ad info più dettagliate.  Pronto a partire per il Portogallo? 😉

Buon viaggio!