EUREKA STREET è LA RISPOSTA SE TI STAI CHIEDENDO COSA LEGGERE PRIMA DI VISITARE BELFAST

Cosa leggere prima di visitare Belfast? Il nostro consiglio è, senza ombra di dubbio, “Eureka Street“! Troverai le atmosfere della città, che nel vicino 1994 era ancora dilaniata dagli scontri armati, descritte con una semplicità quasi leggera tra le pieghe delle vite dei protagonisti.

Questa è la seconda scheda firmata Katy Poppins, autrice del blog Letture in Viaggio, che è diventata una collaboratrice preziosa di ESTERofili e suggerisce letture  a chiunque ami liberare il cuore e la mente verso mete più o meno lontane prima di affrontare un viaggio o, semplicemente, immaginandolo. La prima volta abbiamo scoperto Edimburgo con una guida di eccezione, oggi voliamo a Belfast, la capitale dell’Irlanda del Nord [Se vuoi scoprire di più sulla città>>> questo è il mio racconto!]

Titolo: Eureka street
Autore: Robert Mcliam Wilson
Traduttore: Lucia Olivieri
Casa editrice: Fazi Editore
Collana: Le strade
Anno: 2015 (prima edizione: 1999)
Prezzo: 18,50

Cosa leggere prima di visitare Belfast – Eureka Street: il Libro

“Belfast ha più colli di Roma. È un’Atlantide che affiora dal mare. E da qualsiasi punto la osserviate, in qualsiasi direzione guardiate, le strade luccicano come pietre preziose, come collane di stelle.”

Cosa leggere prima di visitare Belfast - Credits: centreculturelirlandais.com
Cosa leggere prima di visitare Belfast – Credits: centreculturelirlandais.com

Nel 1994 l’Irlanda del Nord è un paese in lotta e a Belfast i disordini fra cattolici repubblicani e protestanti unionisti sono all’ordine del giorno. Sullo sfondo di una situazione politica e sociale complessa e di una città martoriata dalla violenza, si snodano le vicende di una serie di personaggi, tra i quali due trentenni, amici di lunga data, Jake Jackson e Chuckie Lurgan, cattolico l’uno e protestante l’altro.
Jake vive in Poetry Street col suo gatto, sta tentando di superare la fine di un rapporto e si guadagna da vivere recuperando beni di consumo acquistati da persone indietro con i pagamenti delle rate. Chuckie vive in Eureka Street con la madre; è grasso, quasi calvo e anche un po’ goffo.
Il primo, con alle spalle un passato difficile, è un duro dal cuore tenero al quale va tutto storto; il secondo, con un po’ di creatività e fortuna, si ritrova al centro di un’inaspettata scalata verso il successo.
Nati e cresciuti in una città disfunzionale e violenta, conducono una vita abbastanza spensierata, o almeno ci provano, tra disavventure, delusioni, fallimenti, successi improvvisi e incontri inaspettati.
Eureka Street è un romanzo scanzonato, intelligente, commovente e godibile. Una vera e propria dichiarazione d’amore per Belfast, con i suoi pregi e difetti. Attraverso uno stile asciutto e un linguaggio vicino a quello d’uso quotidiano, l’autore racconta, senza troppi colpi di scena, le vicende di persone ordinarie, reali, in cui non è difficile identificarsi e alle quali è anzi facile affezionarsi.

L’autore

Robert McLiam Wilson è nato a Belfast nel 1966 e ha studiato all’università di Cambridge. Oltre a Eureka Street, ha scritto Ripley Bogle (1989) e Manfred’s Pain (1992). È stato autore, insieme a Donovan Wylie, di The Dispossessed (1992), un libro sulla povertà. Nel 2002, il Granta magazine lo ha nominato fra i 20 migliori giovani romanzieri britannici. Attualmente vive a Parigi e scrive anche per la rivista Charlie Hebdo.

Cosa leggere prima di visitare Belfast: Robert McLiam Wilson - Credits: irishtimes.com
Cosa leggere prima di visitare Belfast: Robert McLiam Wilson – Credits: irishtimes.com

Da leggere se

Eureka Street è ormai un classico della letteratura contemporanea, un libro imperdibile se state per visitare, o vorreste visitare, Belfast. Inoltre, si capiscono molte più cose del conflitto nordirlandese attraverso le sue 388 pagine di quante se ne capirebbero guardando un documentario.
Quindi è anche un romanzo molto utile per farsi un’idea dell’intricato quadro politico e sociale dell’Irlanda del Nord ai tempi The Troubles. Alla fine del libro c’è un glossario delle sigle incontrate nel testo e di alcune parole chiave nella lotta tra cattolici e protestanti.

Belfast: curiosità

CS Lewis, autore del famoso Le cronache di Narnia, nacque a Belfast nel 1898. C’è un tour dedicato allo scrittore, il CS Lewis Tour, che tocca i luoghi principali legati alla sua vita e alle sue opere.
Nel 2016 la città di Belfast gli ha dedicato una piazza, la C.S. Lewis Square. Cosa ha di particolare? Sette statue bronzee realizzate dall’artista irlandese Maurice Harron e ispirate ai personaggi dell’opera più famosa dello scrittore Le cronache di Narnia e in particolare al primo libro della serie Il leone, la strega e l’armadio, pubblicato nel 1950.
L’area è sempre aperta e illuminata e si trova accanto all’East Side Visitor Centre. Il centro offre ai visitatori mappe, schermi interattivi e pannelli esplicativi per conoscere e comprendere l’East Side e include un bar, il Jack Coffee Bar, dedicato allo scrittore (che amici e familiari erano soliti chiamare Jack).