CANTINE APERTE 2017 AD ARTIMINO – Enoturismo in Toscana

Cantine aperte 2017 ad Artimino, e in tutte le località che aderiscono all’iniziativa, è l’occasione ghiotta per avviarsi senza imbarazzo alla cultura del bere consapevole. Organizzata dal Movimento Turismo del Vino, l’associazione no profit nata nel 1993 con l’ambizioso progetto di promuovere il settore dell’enoturismo, risorsa preziosa nei nostri territori regionali che abbondano di eccellenze conosciute in italia e nel mondo.

L’anno scorso #TheWineTeller aveva selezionato 2 cantine nella culla del Chianti classico: Villa Calcinaia dei conti Capponi e il Castello di Verrazzano. Ma quest’anno, vivendo in una porzione di Toscana votata alla produzione non solo del vino ma anche dell’olio e, ormai da anni, meta ambita dal turismo nord europeo ed americano, siamo rimasti a casa 😉

Cantine aperte 2017 ad Artimino, sullo sfondo la Pieve di San Leonardo
Cantine aperte 2017 ad Artimino, sullo sfondo la Pieve di San Leonardo

Lascia volare l’immaginazione guardando le foto, immagina di essere seduta/o al tavolino nella terrazza panoramica di uno dei ristoranti storici che guardano alla valle di ulivi, un calice di vino ad allontanare la quotidianità e il sole che tramonta colorando di tonalità pesca Villa La Ferdinanda, o Villa dei Cento camini, dal 2013 patrimonio Unesco. 

Cantine aperte 2017 ad Artimino - Ingresso a Villa La Ferdinanda
Cantine aperte 2017 ad Artimino – Ingresso a Villa La Ferdinanda
Cantine aperte 2017 ad Artimino - Villa La Ferdinanda
Cantine aperte 2017 ad Artimino – Villa La Ferdinanda

Cantine Aperte 2017 ad Artimino – La Tenuta di Artimino

Artimino è una tenuta di 732 ettari immersa nel cuore della campagna toscana a soli 24 chilometri da Firenze. Spazia dalle alture dell’Appennino fino alle torri di San Gimignano (altra perla a cui dedicare almeno un pomeriggio!), dalla cupola del duomo di Firenze, che nelle giornate terse si riesce a vedere addirittura da qui, al vicino Montalbano.

La Docg è una delle denominazioni italiane più piccole per estensione e bottiglie prodotte, di origini antiche e riconosciuta qualità. Lo sviluppo vitivinicolo di questa parte di Toscana deve ringraziare la famiglia Medici: l’editto di Cosimo III de’ Medici è considerato una sorta di disciplinare ante litteram, che da poco ha spento le sue 300 candeline. Datato 24 settembre 1716, definiva gli ambiti territoriali entro i quali dovevano essere prodotti i vini di Carmignano. Oggi il Carmignano Docg si trova sia in versione base che riserva ed è affiancato dal fratello “più giovane”, il Barco Reale Doc, e dal rosato, o vin ruspo, come siamo abituati a chiamarlo da queste parti!

Cantine Aperte 2017 ad Artimino – ARTIMINO 1596

Cantine aperte 2017 ad Artimino - Progetto 1596
Cantine aperte 2017 ad Artimino – Progetto 1596
Cantine aperte 2017 ad Artimino - #TheWineTeller
Cantine aperte 2017 ad Artimino – #TheWineTeller
Cantine aperte 2017 ad Artimino - Paggeria Medicea
Cantine aperte 2017 ad Artimino – Paggeria Medicea
Cantine aperte 2017 ad Artimino - Il borgo medievale di Artimino sullo sfondo
Cantine aperte 2017 ad Artimino – Il borgo medievale di Artimino sullo sfondo

Artimino 1596 è un progetto a cavallo fra storia, territorio e qualità. Questa è una terra romantica dove la coltivazione della vite si perde nella notte dei tempi. La composizione del suolo e il microclima generano un ambiente ideale per la viticoltura, soprattutto per il Sangiovese, che cresce fra resti di antichi insediamenti – sono visitabili tombe etrusche integre poco giù a valle – sui colli che abbracciano la maestosa Villa la Ferdinanda, i cui lavori di costruzione iniziarono proprio nel 1596.

“Ogni vino, una storia. Vin Ruspo, in memoria della tradizione. Ser Biagio, come l’uomo più fidato della corte di Ferdinando. Poggilarca, un poggio assolato che stupisce per generosità e bellezza. Artumes, come l’antico nome di Artimino. Iris, simbolo di sentimenti profondi e positivi. Grumarello, un tassello della nostra storia. Chianti Montalbano, un lembo affascinante della Toscana. Il Vin Santo di Carmignano Occhio di Pernice, una piccolissima produzione di nettare ambrato. ” [cit.]

Cantine Aperte 2017 ad Artimino: il borgo medievale

Cantine aperte 2017 ad Artimino - La torre con l'orologio del borgo medievale
Cantine aperte 2017 ad Artimino – La torre con l’orologio del borgo medievale

Il borgo di Artimino mantiene ancora oggi pressoché intatto il suo impianto medievale: all’estremità del viale alberato, che conduce dritto alla villa, saluta ancora orgogliosa la torre con orologio, esiste la cinta muraria, ed è inalterata la planimetria concentrica con viuzze e piccoli negozi di alimentari molto caratteristici.

Ci capita spesso di incrociare signore dalle curve morbide, abitino svolazzante, cappello di paglia e una scia di crema solare (fa così tanto estate!!!)  guardarsi attorno estasiate, due passi ancora e di nuovo lo sguardo a saziarsi di un’infinità di dettagli, di una dimensione da romanzo in cui la storia si può accarezzare, toccare, in cui la bontà delizia i sensi, tutti, e la bellezza sarà uno dei più romantici tatuaggi nella memoria.

Avevo 17 anni, un po’ di tempo fa, con il motorino andavo a recuperare la calma seduta sotto il loggiato della Pieve di San Leonardo, quando il parroco era un anziano pittore e i libri di greco avrei voluto cancellarli affogati in una tinozza ahahaha … l’adolescenza!

Oggi continuo a scegliere Artimino per una bella cena godendo del panorama da cartolina e del fresco in estate. Mi sento a casa eppure, con i tanti avventori stranieri seduti ai tavoli di fianco a noi, ho la bella sensazione di prendere parte ad un frammento di vita e di mondo che raggiungerà luoghi lontanissimi. Nel centro di una città turistica è normale quotidianità ma qui, dove la tranquillità e il silenzio sono inebrianti, sembra quasi una piccola magia.

Prima di salutarti sappi che se desideri organizzare un week-end, più o meno lungo, dalle nostre parti, tra Firenze e la campagna di Carmignano, chiedi, chiama, scrivi, saremo davvero felici di darti un’infinità di suggerimenti.

2014, il nostro matrimonio tra le vigne di Carmignano
2014, il nostro matrimonio tra le vigne di Carmignano

Alla salute!